Sergent – Diedro del Mistero

Sergent - Diedro del Mistero (attacco su Manovre Orchestrali nell'Oscurità)

Il Diedro del Mistero al Settore Centrale Sinistro del Sergent è un itinerario storico che in origine aveva un primo tiro disturbato dalla vegetazione, per raggiungere poi lo spettacolare diedro ad arco. Oggi è consigliabile salire dal primo tiro di Manovre Orchestrali nell’Oscurità: in questo modo si realizza un itinerario omogeneo nel grado ma molto vario nel tipo di arrampicata, passando da una tipica placca di aderenza ad un sistema di diedri e fessure.

Dafne sulla placca di aderenza di L1

Zona: Ceresole Reale, Valle Orco

Quota partenza (m s.l.m.): 1700

Quota vetta (m s.l.m.): 1750

Apritori: Daniele Caneparo e compagni nel 1985 per Manovre Orchestrali nell’Oscurità – Danilo Galante, Piero Pessa, Piero Lenzi, Dante Vota il 5 maggio del 1974 per il Diedro del Mistero

Sviluppo arrampicata: 70 metri

Tipo di apertura: dal basso con fix inox e friends

Esposizione: sud-est

Protezioni: fix inox per Manovre Orchestrali, Diedro del Mistero da proteggere

Difficoltà: 6b+, 6b obbl. per Manovre Orchestrali – 6b, 5c obbl. per Diedro del Mistero

Note: i tratti del Diedro del Mistero sono interamente da proteggere

Equipaggiamento: normale d’arrampicata, friends fino al 3 BD, utile un 4 BD

Accesso: dall’autostrada Torino Aosta, uscire al Casello di Ivrea, proseguire per Courgnè, imboccare la Valle dell’Orco e oltrepassare Noasca, all’uscita della galleria che sale a Ceresole uscire a sinistra oltrepassare il Masso Kosterlitz e parcheggiare in prossimità del Camping La Peschera

Avvicinamento: di fronte al campeggio imboccare una sterrata e seguirla per circa cento metri, poi inoltrarsi tra i larici sul sentiero ripido segnalato con ometti e segni di vernice, fino a giungere nei pressi della parete in uno slargo. Manovre Orchestrali nell’Oscurità attacca circa 8 metri a sinistra, fix inox visibili sulla verticale di un albero. Ore 0,20

Dafne su L2

Relazione

L1 (Manovre Orchestrali): salire la placca di aderenza ottimamente protetta a fix, primo muretto 6b, quindi proseguire su tratto più appoggiato, 6a, poi nuovamente verticale, 6b+, fino a raggiungere la sosta da calata, 25 m

L2 (Diedro del Mistero): seguire una vaga rampa verso destra fino ad un fix, 5a, proseguire logicamente seguendo una fessurina cieca, 5b, quindi salire il primo tratto di diedro fessurato, 5c, sosta su 2 fix da collegare, 20 m

L3 (Diedro del Mistero): salire il bellissimo diedro fessurato in dulfer, 6a+, dove il diedro piega a sinistra, 6b, proseguire ancora fino ad un ribaltamento con buone maniglie, 6a, traversare a sinistra per raggiungere la sosta da calata, 20 m

Discesa: in doppia lungo la via
Il riposo su L3
Dafne in uscita su L3

Foto-relazione

Il tempo impiegato a scrivere queste relazioni sarà sempre speso a titolo volontario, ma le spese per il mantenimento del sito sono ingenti.

Se utilizzi abitualmente le nostre relazioni ed hai un account PayPal donaci il valore di un caffè o di una pizza: per te è poco ma per noi è fondamentale. 

Per affittare o acquistare materiale d’arrampicata oppure per il campeggio ai piedi del Sergent visita il Campeggio La Peschera

LINK ESTERNI

– Per le relazioni su Finale Ligure e Liguria vai al sito: www.vielunghefinale.com
– Per le relazioni sull’alpinismo sulle Alpi Biellesi vai al sito: www.montagnabiellese.com

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!
fb-share-icon

Comments are closed.

Questo sito utilizza cookies per avere una migliore esperienza di uso. Continuando si accetta che esso ne faccia uso come da normativa qui presente. Continuando a navigare su sito accetterai l’utilizzo di Cookies da parte di vielunghevalledaosta.com. Consulta la nostra Privacy Policy.