Via Tommy, lavori di richiodatura conclusi

Richiodatura Via Tommy, lavori conclusi

Possiamo finalmente annunciare la conclusione dei lavori sulla Via Tommy al Mont Charvatton.

Per realizzare questo lavoro, svolto totalmente a titolo gratuito, nell’ottobre scorso abbiamo organizzato una colletta per l’acquisto del materiale inox, nella quale molte persone, frequentatori della montagna, hanno dato il loro spontaneo contributo. Un aiuto importante è stato dato anche dalla sezione del CAI di Mosso. Hanno contribuito con la fornitura di materiali di consumo anche le ditte Tecnomeccanica Biellese e Officina Bellini.

Un grazie particolare e di cuore va a tutte quelle persone che hanno donato il loro contributo, piccolo o grande: proprio loro sono state il motore di questa operazione.

La via fu scovata in questa impensabile parete da Michele Fardo e Tito Sacchet che, nel 1998, la salirono dal basso aprendo un percorso che per lunghezza, continuità e bellezza è unico in Valle d’Aosta.

L’inizio del lavoro è stato svolto nel mese di ottobre e, dopo la normale pausa invernale, il Covid 19 ha bloccato tutti i nostri piani.

Di seguito descriveremo i pensieri e le fasi dello svolgimento dei lavori di richiodatura e smantellamento del materiale obsoleto.

Michele Fardo nel 1998, foto di Tito Sacchet

Un pensiero di Gianni Lanza

Un’operazione complessa e difficile, molto faticosa, che ho voluto fare nel ricordo di un amico.

Michele Fardo, un sognatore silenzioso, scomparso prematuramente in un incidente in montagna, uomo a me caro con cui ho condiviso importanti esperienze sulle Alpi e sulle montagne del mondo.

Guida Alpina Gianni Lanza

Lo svolgimento dei lavori

200 nuovi fix inox posati per la richiodatura
200 vecchi fix smantellati
15 nuove soste da calata inox
2 nuove soste a fix inox
15 vecchie soste smantellate
650 metri di parete

Lo stato del materiale presente in parete da ormai 22 anni era assolutamente obsoleto: i fix da 10 e soprattutto da 8 mm non inox erano totalmente arrugginiti.

Con il permesso e l’aiuto di Tito Sacchet abbiamo richiodato interamente a fix inox la via, aggiungendo 2 tiri finali (per un totale di 16 tiri) che la portano direttamente alla Terrazza del Belvedere, dove parte un comodo e bellissimo sentiero di rientro.

Nella fase di richiodatura abbiamo mantenuto fedelmente la chiodatura originale della via.

Il lavoro si è svolto in 4 fasi:

  1. Nella prima fase la Guida Alpina Gianni Lanza e la Guida Alpina Teodoro Bizzocchi, con l’aiuto di Tito Sacchet, richiodano dal basso i primi 4 tiri, aprendo un’importante variante sul terzo tiro, per evitare il tratto in artificiale che è stato lasciato come da via originale
  2. Nella seconda fase la Guida Alpina Amabile Ramella Cravaro con Tito Sacchet si calano dal Belvedere, aggiungono i 2 nuovi tiri finali e richiodano l’ultimo tiro originale (oggi il terzultimo)
  3. Nella terza fase, dopo il lockdown, Gianni Lanza e Dafne Munaretto, calandosi dal Belvedere, richiodano i 9 tiri centrali della via, togliendo quasi tutto il materiale obsoleto presente in parete
  4. Nell’ultima fase Gianni Lanza e Dafne Munaretto salgono dal basso fino all’ottavo tiro, per concludere la chiodatura e ripulire dal vecchio materiale il quinto, sesto, settimo e ottavo tiro. Posizionano poi una breve corda fissa per agevolare l’avvicinamento.

Oggi, dopo tanta fatica e soddisfazione, possiamo finalmente annunciare la conclusione dei lavori!

Vecchio e nuovo materiale reduce dagli zaini della fase 3
La richiodatura e la pulizia, nel rispetto della via originale
Lavorando
Le nuove soste da calata inox

LINK INTERNI

– Guarda la relazione di Mont Charvatton – Via Tommy

LINK ESTERNI

– Per le relazioni su Finale Ligure e Liguria vai al sito: www.vielunghefinale.com
– Per le relazioni sull’alpinismo sulle Alpi Biellesi vai al sito: www.montagnabiellese.com

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Comments are closed.

Questo sito utilizza cookies per avere una migliore esperienza di uso. Continuando si accetta che esso ne faccia uso come da normativa qui presente. Continuando a navigare su sito accetterai l’utilizzo di Cookies da parte di vielunghevalledaosta.com. Consulta la nostra Privacy Policy.