Piramide e Cubo – La Piramide e Oltre

Fessura per P.A. + Piramide e Oltre

La Via Piramide e Oltre è una logica prosecuzione della classica bellissima Fessura per P.A.

Zona: Noasca, Valle Orco

Quota partenza (m): 1110

Quota vetta (m): 1300

Apritori: Per la Piramide Gian Piero Motti da solo senza corda il 12 giugno del 1974. Per il Cubo Gianni Lanza, Gabri Guglielmetti, Carlo Manazza, Alberto Muzio, nel settembre 2014

Sviluppo arrampicata: 200 metri

Tipo di apertura: dal basso

Esposizione: sud

Protezioni: fix inox, friends, chiodi tradizionali

Difficoltà: 6a, 5c obbl. 

Note: qualche tiro in più sul Cubo per allungare il piacere della bella Fissure per P.A.

Equipaggiamento: normale da arrampicata, friends anche grandi per il primo tiro della Fissure par P.A.

Accesso: dall’autostrada Torino Aosta, uscire al Casello di Ivrea, proseguire per Courgnè, imboccare la Valle dell’Orco e seguirla fino ad oltrepassare Noasca. Dopo alcuni tornanti, poco prima dell’imbocco della galleria per Ceresole, uscire a destra per la Borgata Pianchetti, quindi parcheggiare in uno slargo sulla destra vicino ad un grande masso con scritte.

Avvicinamento: sotto alla parete reperire una traccia nel bosco con cartello giallo di indicazione del Parco, quindi seguirla fino a raggiungere la parete: la via Fessura per P.A. parte dietro ad un enorme lastra staccata, ore 0,20.

Relazione

L1: partire dietro l’enorme scaglia staccata, salire facilmente per 3 metri e spostarsi a sinistra alla partenza della fessura, un passo ostico, V+ di difficile impostazione, poi più facile su fessura larga, V, sosta da calata, 30 metri

L2: seguire la fessura verticale, V, 2 fix martellati ma ancora utilizzabili, sosta da calata, 25 metri

L3: salire facilmente e prendere una fessura diagonale verso destra, IV+, un chiodo martellato, sosta da calata, 40 metri

Parte seconda “La Piramide e Oltre”

L4: salire verso una placca un po’ a destra (il carapace) superarlo 4b, un fix, proseguire verso un cespuglio con cordone, 4a, proseguire con diagonale verso sinistra e salire una bella placca con un fix, 5a, sosta su albero con cordone e maillon, 40 metri

L5: salire sul margine della placca appoggiata, 3°+, quindi raggiungere un muretto con un fix, salire verso un grosso albero, breve tratto di erba, sosta su un fix, possibile integrare con un friend, 40 metri

L6: salire la breve fessura, 5a, poi andare a sinistra e attraversare una placca nera, 1 fix, 3°, ancora in placca 1 fix, poi bella fessura, 4a, sosta su 2 fix con cordone e maillon, 25 m

L7: salire in placca verso sinistra, 5a, poi un piccolo bombamento liscio, 5a, quindi per placche e fessure continuare superando un alberello  e salire verso un piccolo diedro, 4a, (presente un chiodo trovato in parete), salire il diedrino, 5a, continuare in placca liscia, 6a, 5 fix, uscire verso un faggio (cordone) e proseguire verso sinistra 4c, un chiodo, sosta su 2 fix con cordone e maillon, 40 metri

Attraversare una placca a sinistra, 1°, e raggiungere per tracce il magnifico bosco sommitale.

Discesa: spostarsi nel bel bosco verso il suo margine destro (faccia a monte), salire circa 30 m, e calarsi da un albero fino al bosco di faggi che si attraversa con lungo traverso in leggera discesa per tracce, fino a raggiungere un comodo sentiero che in breve riporta alla borgata. Ore 0,30.

Foto-relazione

Per affittare o acquistare materiale d’arrampicata oppure per il campeggio o lo spuntino ai piedi del Sergent visita il Campeggio La Peschera e Bar Sergent

LINK ESTERNI

– Per le relazioni su Finale Ligure e Liguria vai al sito: www.vielunghefinale.com
– Per le relazioni sull’alpinismo sulle Alpi Biellesi vai al sito: www.montagnabiellese.com

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Comments are closed.

Questo sito utilizza cookies per avere una migliore esperienza di uso. Continuando si accetta che esso ne faccia uso come da normativa qui presente. Continuando a navigare su sito accetterai l’utilizzo di Cookies da parte di vielunghevalledaosta.com. Consulta la nostra Privacy Policy.