Petit Flambeau – Via Laurent Grivel

Petit Flambeau - Via Laurent Grivel

Breve arrampicata, ottima per avvicinarsi all’ambiente grandioso del Monte Bianco. Gli apritori hanno dedicato questa via a Laurent Grivel, Guida e fabbro di Courmayeur che negli anni ’20 ha rivoluzionato il mondo della scalata su ghiaccio inventando i ramponi a punta frontale.

Zona: Monte Bianco, Bacino del Gigante

Quota partenza (m): 3250

Quota vetta (m): 3440

Apritori: salita il 3 settembre 2016 da Andrea Plat e Francesca Trabaldo

Sviluppo: 200 m

Tipo di apertura: dal basso con friends, fix solo alle soste

Esposizione: est

Difficoltà: 5c, 4c obbl.

Note: via breve, ma con tutte le caratteristiche di severità date dall’ambiente in cui si trova. La parte bassa è in rocce molto fratturate, conviene salire quando si trova ancora innevata

Equipaggiamento: ramponi e piccozza per l’avvicinamento, friend, fino al 3 B.D.

Accesso: da Courmayeur salire in funivia a Punta Helbronner

Avvicinamento: scendere il ghiacciaio in direzione del Dente Del Gigante, tenendosi verso sinistra e puntare direttamente all’evidente sperone del Petit Flambeau, ometto e fix alla partenza della via ore 0,30.

Relazione

L1: salire una fessura, 3, poi tratto in roccia rotta, sosta su 1 fix, 25 m

L2: rocce rotte e instabili, se non c’è neve che cementa assai delicato, 2, sosta su 1 fix, 20 m

L3: ancora un tratto su rocce delicate, 2, poi andare a destra alla base dello spigolo, sosta su 1 fix, 15 m

L4: bella fessura che si prende un po’ a sinistra, da cui si esce con passo di forza, 5a, sosta su 1 fix, 15 m 

L5: fessura verticale detta “Mezza Luna” 6 metri, 5c, poi un po’ a destra, 4c, sosta su fix, 15 m

L6: salire una fessura larga, 5a, ATTENZIONE A SINISTRA VECCHI CHIODI FUORI VIA, poi andare verso lo spigolo a destra, sosta su 1 fix, 20 m

L7: bella fessura nei pressi dello spigolo, 4c, sosta in cresta su 1 fix, 30 m

L8: proseguire sulla cresta, 4a, sosta su fix, 30 m

L9: seguire la cresta con qualche passo in discesa, 2, sosta su spuntone, 30 m

Salire su neve la calotta terminale, 50 metri, facile.

Discesa: scendere dalla cresta di neve in direzione del Col Flambeaux, poi su facile ghiacciaio raggiungere Punta Helbronner (breve risalita) oppure Rifugio Torino (in piano), ore 0,40.

Foto-relazione

Per questo itinerario puoi fare campo base al Camping Du Parc a Morgex (AO)

Per l’affilatura chiodi da ghiaccio, ramponi, piccozze e servizi di personalizzazione scegli
MANTIS-PRO, prodotti e servizi per l’alpinismo

LINK INTERNI

Vedi anche Aguille de Toula – Via Garda

LINK ESTERNI

– Per le relazioni su Finale Ligure e Liguria vai al sito: www.vielunghefinale.com
– Per le relazioni sull’alpinismo sulle Alpi Biellesi vai al sito: www.montagnabiellese.com

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Comments are closed.

Questo sito utilizza cookies per avere una migliore esperienza di uso. Continuando si accetta che esso ne faccia uso come da normativa qui presente. Continuando a navigare su sito accetterai l’utilizzo di Cookies da parte di vielunghevalledaosta.com. Consulta la nostra Privacy Policy.