Vierge – Via Normale

Vierge - Via Normale

La Via Normale alla Vierge è una breve ma piacevole arrampicata che, con accesso rapido, permette di vivere in pieno l’ambiente grandioso del Monte Bianco. 

La relazione descrive la via a tiri, tuttavia è possibile percorrere la via quasi completamente di conserva.

Zona: Monte Bianco, Bacino del Gigante

Quota partenza (m s.l.m.): 3250

Quota vetta (m s.l.m.): 3244

Apritori: Augusto Cupelin, Eduard Cupelin, Michel Savioz, con la Signora Mainil 5 luglio 1883

Sviluppo: 150 m

Tipo di apertura: dal basso 

Esposizione: sud

Difficoltà: III, III obbl.

Note: breve accesso, piacevole ambiente e facile arrampicata, fuori dai luoghi comuni.  La relazione descrive la via a tiri, tuttavia è possibile percorrere la via quasi completamente di conserva

Equipaggiamento: ramponi e piccozza per l’avvicinamento, normale da arrampicata 3 friend, misure piccole e medie, scarpette non necessarie, si sale agevolmente in scarponi

Accesso: da Courmayeur salire in funivia a Punta Helbronner

Avvicinamento: raggiungere il Col Flambeaux poi scendere il ghiacciaio verso nord costeggiando il Petit Flambeau, in direzione della Vierge, fino al colle tra questa e la cresta nord del Petit Flambeau. Ore da 0,20 a 0,40 circa a secondo delle condizioni del ghiacciaio.

Relazione

L1: salire su roccia poco solida il primo torrione della cresta, III, quasi in cima si trova un cavo d’acciaio, sosta di calata su spuntone con cordoni e maillon, 30 m

L2: traversare una lama esposta, III, e raggiungere una cengia che si percorre, I, sosta su spuntone da attrezzare, 30 m 

L3: scendere la cresta, II, fino ad un colletto 30 m

L4: salire per rocce rotte fino ad un salto più compatto, II, sosta su spuntone da attrezzare, 30 m

L5: traversare un po’ a destra III, aggirare un blocco aggettante, III, sosta su spuntone con cordone, 20 m

L6: salire fino ad una piccola breccia, II dalla quale si raggiunge il filo di cresta, III, sosta su ampia cengia da attrezzare con friends, 30 m

L7: salire per fessure II, fino alla base del salto sommitale, sosta su cordoni, 15 m

L8: salire un diedro, III, fino a raggiungere il blocco sommitale, sosta su cordoni, 5 m

Discesa: ridiscendere in arrampicata la cresta in direzione del Petit Flambeau, giunti alla prima torre calarsi con una doppia da 30 m che riporta al colle tra Vierge e Cresta Nord del Petit Flambeau. In alternativa si può scendere in disarrarrampicata per la via percorsa in salita. Risalire al Col Flambeaux ed a Punta Helbronner. Ore 1,45 (compresa la discesa in via).

Per questo itinerario puoi fare campo base al Camping Du Parc a Morgex (AO)

Per l’affilatura chiodi da ghiaccio, ramponi, piccozze e servizi di personalizzazione scegli
MANTIS-PRO, prodotti e servizi per l’alpinismo

LINK ESTERNI

– Per le relazioni su Finale Ligure e Liguria vai al sito: www.vielunghefinale.com
– Per le relazioni sull’alpinismo sulle Alpi Biellesi vai al sito: www.montagnabiellese.com

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Comments are closed.

Questo sito utilizza cookies per avere una migliore esperienza di uso. Continuando si accetta che esso ne faccia uso come da normativa qui presente. Continuando a navigare su sito accetterai l’utilizzo di Cookies da parte di vielunghevalledaosta.com. Consulta la nostra Privacy Policy.