Sergent – Via delle Placche

Sergent - Via delle Placche

La via delle Placche al Sergent è  una delle prime aperte sulla parete, consente anche ai non fortissimi di gustare questo ambiente unico, strutture granitiche dalle forme morbide come onde di un oceano pietrificato

Zona: Ceresole, Valle Orco

Quota partenza (m): 1700

Quota vetta (m): 2100

Apritori: Paolo Lenzi, Dante Vota, Adriano Vignazia nell’autunno del 1973

Sviluppo arrampicata: 220 metri

Tipo di apertura: dal basso con chiodi tradizionali e nuts

Esposizione: sud

Protezioni: qualche fix inox

Difficoltà: 6a, 5c obbl. 

Note: bella via, non estrema, ma con un buon ingaggio per la scarsità delle protezioni

Equipaggiamento: normale d’arrampicata, serie di friends fino al viola grande B.D. 

Accesso: dall’autostrada Torino Aosta, uscire al Casello di Ivrea, proseguire per Courgnè, imboccare la Valle dell’Orco e oltrepassare Noasca, all’uscita della galleria che sale a Ceresole uscire a sinistra oltrepassare il Masso Kosterlitz e parcheggiare in prossimità del Camping La Peschera

Avvicinamento: di fronte al campeggio imboccare una sterrata e seguirla per circa cento metri, poi inoltrarsi tra i larici sul sentiero ripido segnalato con ometti e segni di vernice. Giunti alla base della parete più verticale prendere una cengia verso sinistra con buona traccia e seguirla per circa 10 metri: la via parte sulla verticale di una fessura sormontata da un albero. Ore 0,20.

Relazione

L1A: salire una placca con erba 3, oltrepassare un albero, salire un muretto a destra 4a, proseguire su una rampa erbosa, fino alla sosta su 2 fix, 30 metri

L1B: salire la fessura sotto all’albero, 5c, poi andare a sinistra ad una sosta su fix con catena, 30 m

L2: salire un diedro, 5a, sosta su fix, 20 m

L3: salire verso sinistra 4a, fino ad un altro diedrino deversante che si sale con passo faticoso, 6a, sosta Raumer su cengia sopra al diedro, 2 fix con catena da calata, 20 m

L4: andare a sinistra su cengia e poi fessura, salire per placche 4a, poi  diedrini, 5b, fare uno spostamento a sinistra, 5b poi placca 5a fino alla sosta in comune con la Via Serendipity, sosta su fix con catena, 35 m

L5: salire la placca verticalmente, 5c, ad un terrazzino con albero, salire un muretto con vecchio chiodo che muove, 4c prendere una larga fessura che va a sinistra 4a, oltrepassare una sosta su fix, non fermarsi qui ma proseguire camminando sulla fessura fino ad una sosta su fix da collegare, 40 m

L6: salire un diedro aperto, 4a, fino a raggiungere una larga fessura che si percorre verso destra 4a, sosta Raumer con fix e catena in comune con la Via Serendipity, 40 m

L7: salire la placca abbattuta e liscia, leggermente lichenosa 4a poi un muretto che porta ad un diedro aperto, 4c, giunti ad una vecchia sosta con catena, superare un difficile muretto 6a, poi placca abbattuta, 4c ed una rampa erbosa, sosta su fix con catena, 45 m

Da qui è possibile proseguire per altri 2 tiri al momento abbandonati oppure scendere in doppia.

Discesa: calate in doppia attrezzate con soste a fix con catena.

Foto-relazione

Per affittare o acquistare materiale d’arrampicata oppure per il campeggio o lo spuntino ai piedi del Sergent visita il Campeggio La Peschera e Bar Sergent

LINK INTERNI

Vedi anche Sergent – Via Serendipity

LINK ESTERNI

– Per le relazioni su Finale Ligure e Liguria vai al sito: www.vielunghefinale.com
– Per le relazioni sull’alpinismo sulle Alpi Biellesi vai al sito: www.montagnabiellese.com

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Comments are closed.

Questo sito utilizza cookies per avere una migliore esperienza di uso. Continuando si accetta che esso ne faccia uso come da normativa qui presente. Continuando a navigare su sito accetterai l’utilizzo di Cookies da parte di vielunghevalledaosta.com. Consulta la nostra Privacy Policy.